Dal Problem Solving ai Pensieri Manageriali Quattro ordinari Superpoteri della Mente per sfidare il presente e soprattutto il futuro

Di Gianfranco Vercellone e Veronica La Via - IdeaManagement Human Capital
05/10/2023 | 301

Dal consolidamento di oltre 5000 Assessment di capacità svolti negli ultimi 3 anni sui manager italiani, leggiamo che la skill largamente più solida è quella del problem solving.

E’ un dato interessante che si rispecchia con quello di alcune survey dove i manager affermano che è la risoluzione dei problemi che da il senso al ruolo, mentre le aziende confermano che il possesso di questa  capacità è un fortissimo criterio selettivo.

Non c’è da stupirsi, del resto siamo un Paese che da il meglio nelle difficoltà. Questa logica potrebbe funzionare dove tutto complessivamente cresce e prospera senza cambiamenti di fondo ma purtroppo oggi non è più così. Cambi repentini di scenario, incertezze geopolitiche, contesti sempre più complessi, avvento di nuovi sistemi valoriali sia di tipo culturale che generazionale: i problemi sono diventati “quantici“ e l’approccio deve evolvere.

Per fortuna noi umani abbiamo dei superpoteri di cui forse non siamo sempre consapevoli che dobbiamo allenare per affrontare un modo che ci impone sfide continue: è a quelli che dobbiamo ricorrere, sono il nostro antidoto per affrontare l’oggi e guidare proattivamente il domani. Abbiamo chiamato questi superpoteri “Pensieri Manageriali”. Cosa intendiamo con questa denominazione? Con Pensieri Manageriali indichiamo le capacità cognitive che ci permettono di immaginare cose che non si vedono o che non esistono e simularne anche le evoluzioni al trascorrere del tempo e al variare delle condizioni.

Si tratta di quattro veri e propri Superpoteri della mente, che insieme formano un mindset indispensabile al giorno d’oggi.

Il primo è il pensiero sistemico, quello che ci permette di osservare gli scenari non per gli oggetti che li popolano ma per le relazioni che li collegano e le catene cause ed effetto che ci agiscono.

Il secondo è il pensiero anticipante/prospettico per creare scenari di futuri e consentirci di preparare le risposte. Abbiamo poi il pensiero innovativo che ci soccorre quando tutto non funziona e dobbiamo produrre alternative e questo è importante non solo per chi pensa ai prodotti ma anche per chi si occupa di organizzazione o contabilità! Per finire, ultimo ma non per importanza, il pensiero strategico esecutivo che ci consente di mettere a terra i pensieri precedenti costruendo la strategia con la quale si progettano i piani di azione, si gestiscono le risorse perseguendo gli scopi e realizzando gli obiettivi prevenendo i rischi e cogliendo le opportunità.

Partecipa all'incontro dedicato ai Pensieri Manageriali,Il 17 maggio dalle 14.30 alle 16.00: vi aspettiamo numerosi online per riflettere insieme sui quattro superpoteri della mente per sfidare il presente e soprattutto il futuro! ISCRIVITI SUBITO

 


 Leggi il Magazine