SCENARIO 2022 Future in the making Prospettive di analisi del futuro

05/10/2023 | 307

grafica-quadrifor_scenario-2022-future-in-the-making-prospettive-di-analisi-del-futuro-03.jpg

di Alessandra Della Pelle - Direttore InContatto

Quali visioni guideranno le nostre scelte personali e professionali? Lo Scenario22 - Future in the ma-king è la ricerca sui Trend del 2022 realizzata con il metodo predittivo da Incontatto e TEA Trends.
La struttura tridimensionale dello Scenario22 replica tre prospettive identitarie distillate nella trama dei 10 Trend. INSIDE, prima dimensione dell’Identità personale, riguarda il self, l’Io, l’autocoscienza, lo spazio privato. Include 3 Trend: La nobile via, La meglio umanità e Falso movi-mento, tra paura e ansietà, ridotta capacità di pensiero e di risorse personali per fronteggiare le espe-rienze negative. La seconda dimensione OUTSIDE o dell’Identità relazionale, è l’universo che ab-braccia tutte le relazioni con il mondo esterno a sé. Connette i trend relativi alla socialità: Come vivre-mo? Come mangeremo, come viaggeremo, come ci incontreremo; I Sogni trasformati: ci rifugeremo nella solitudine esclusiva? Infine, Smarter Faster: come interagiremo con i giovanissimi? La terza di-mensione è OVERSIDE, traduce lo spazio-tempo che insiste in un al di là, quindi, altrove, dove si esprime l’Identità trascendentale. OVERSIDE include i Trend Uomini e Bestie, Digitalizzazione To-tale, Planet B, Terra Anno Zero, fuori dal ristretto ambiente dell’Ego, per aprire a ciò che è diverso-da-sé, interplanetario, smaterializzato, in transizione. 

Esploriamo le possibili direttrici di impatto che i Trend avranno nei diversi settori di mercato, in par-ticolare sulle attività di manager e professionisti che operano nei settori che producono e forniscono Servizi, tradizionali e avanzati, e che hanno come obiettivo principale la soddisfazione del cliente e l’orientamento alla qualità e all’eccellenza. 
Come saranno, per esempio, le abitazioni, ma soprattutto gli uffici, le location, gli spazi di accoglienza-clienti del futuro? In tutti i settori commerciali - p.e. filiali bancarie, reception e stanze di alberghi, box di consulenza, sale di attesa - i diversi professionisti devono saper rispondere a rinnovate esigenze di design e di abitabilità. 
E ancora, si parla e si parlerà sempre di più di amenity migration e di part-time leaving, dello smart o del remote working: come cambieranno le modalità di vivere e di lavorare, ma soprattutto, i manager riusciranno a fare a meno del controllo costante e di prossimità per raggiungere gli obiettivi aziendali?
La pandemia ci ha dimostrato che sappiamo usare app, tool di accesso rapido ai servizi digitali messi a disposizione dalle aziende private, soprattutto nel settore dei Servizi. Ma nelle pubbliche amministra-zioni, che devono garantire risposte efficaci ed efficienti ai cittadini, si è davvero pronti per evolvere in un modo agile e test and learn? 
In ambito assicurativo e finanziario la consulenza diventerà valoriale, la personalizzazione molecolare. Ma se i servizi on line e di intelligenza artificiale sono semplici ed evoluti, come potrà la consulenza umana continuare a generare valore? 
In conclusione, manager e professionisti che operano nel settore dei Servizi devono rispondere a nuo-ve questioni: in primis, l’esigenza di unicità del cliente che sposterà la narrazione dal prodotto alla per-sona e alla sua esperienza di vita; l’orientamento verso strategie, soluzioni e risorse organizzative sem-pre più ibride, come la vita che stiamo imparando già a vivere; la riconfigurazione di tutti i sistemi di competenze che devono necessariamente prevedere piani di re-skilling continui.  
In assenza di ricette, la nostra indagine logico-deduttiva si declina soprattutto in molte domande, spes-so più potenti delle risposte stesse. Le fonti per trovare queste risposte risiedono nell’acronimo T.A.S.P.E.F. - Tecnologia. Antropologia. Sociologia. Psicologia. Economia. Filosofia. Sei prospettive da adottare per ripensare e progettare strategie, modelli, processi e meccanismi di funzionamento del settore terziario nei prossimi dieci anni. 


 Leggi il Magazine